Osservazione dei diritti umani in Honduras

Nell’estate del 2009, l’esercito organizzava un putsch contro il presidente democraticamente eletto, Manuel Zelaya. A partire da questo evento, questo paese dell’America centrale conosce una situazione politica molto instabile che favorisce un clima d’impunità e di repressione dei movimenti sociali. La situazione dei difensori dei diritti umani ma anche delle popolazioni civili che tentano di organizzarsi per far valere i loro diritti è largamente deteriorata. Si osservano delle violazioni massicce dei diritti umani da parte delle forze di sicurezza e altri gruppi armati non statali. Gli assassinii politici, le minacce e gli spostamenti di popolazioni sono frequenti, in particolare nelle zone rurali.

PWS incarica delle accompagnatrici volontarie e degli accompagnatori volontari nell’ambito del progetto PROAH (Proyecto de Acompañamiento Internacional en Honduras), che offre una protezione a dei difensori dei diritti umani attraverso una presenza internazionale.