Programma di accompagnamento ecumenico in Palestina ed Israele

I volontari di PWS s’impegnano per una durata di tre mesi nell’ambito dell’Ecumenical Accompaniment Programme in Palestine and Israel – EAPPI.

Questo programma internazionale è un’iniziativa del Consiglio ecumenico delle Chiese (CEC/WCC) nell’ambito della campagna ecumenica per porre fine all’occupazione in Palestina e promuovere una pace giusta in Medio Oriente.

EAPPI risponde al richiamo di una presenza internazionale delle Chiese locali e delle organizzazioni palestinesi e israeliane di diritti umani.

EAPPI è una forma di sostegno da parte della comunità cristiana internazionale per le Chiese locali.

Potete trovare ulteriori informazioni sul sito internet del programma EAPPI: www.eappi.org.

Obiettivi

Il progetto EAPPI contribuisce a consolidare i correnti di pace nelle due società colpite dal conflitto israelo-palestinese, a rinforzare le iniziative di pace e a proteggere la società civile.

Desidera inoltre:

  • Sostenere e rinforzare le chiese locali ed i militanti palestinesi ed israeliani per la pace
  • Garantire il rispetto dei diritti umani e del diritto internazionale umanitario contribuendo a porre termine alle brutalità, umiliazioni e atti di violenza verso la popolazione civile
  • Mostrare che è possibile mettere fine all’occupazione illegale della Palestina tramite un impegno non-violento e a favore della giustizia e della pace
  • Informare sulla violenza generata dall’occupazione
  • Costruire una rete globale al fine di influenzare l’opinione pubblica e le politiche straniere degli Stati per porre fine all’occupazione e permettere la costruzione di uno Stato palestinese sostenibile
Principi
  • Gli accompagnatori/-trici ecumenici (EA) sono collocati per un periodo di almeno tre mesi in diverse comunità e lavorano in collaborazione con organizzazioni di Chiesa e non governative.
  • Effettuano dei compiti di protezione e di lavoro per la pace che non possono essere eseguiti da persone locali. Essi non sostituiscono in alcun modo i posti di lavoro dei collaboratori/-trici locali.
  • Gli accompagnatori/-trici sono reclutati, formati e incaricati da organizzazioni nei loro paesi d’origine sulla base di criteri unificati.
  • Il collocamento degli EA è effettuato dalla coordinazione del programma EAPPI a Gerusalemme sulla base di competenze ed esperienze specifiche a ciascuno/a.
  • Si tratta di una impegno umanitario che esclude ogni implicazione diretta nel conflitto. Gli accompagnatori/trici ecumenici rinunciano esplicitamente ad ogni coinvolgimento in attività violente. 
  • Il progetto è stato iniziato nell’ambito del Decennio contro la violenza del Consiglio ecumenico delle Chiese (2001-2010). Su richiesta dei partner locali, il progetto prosegue al di là del decennio.
Storia

Il Programma ecumenico di accompagnamento in Palestina ed Israele (EAPPI – Ecumenical Accompaniment Programme in Palestine and Israel) è un’iniziativa del Consiglio ecumenico delle Chiese. E’ nato nel 2001 in seguito all’appello urgente lanciato a Gerusalemme da Chiese locali e  organizzazioni partner presso la comunità internazionale. Organizzazioni olandesi e danesi hanno seguito da molto vicino il movimento e, alla primavera 2001, hanno istituito il primo progetto pilota.

Dall’estate del 2002, più di 1000 accompagnatori/-trici ecumenici provenienti dalla Svezia, Norvegia, Danimarca, Gran Bretagna, Canada, Stati Uniti, Sud Africa, Nuova Zelanda, Germania, Irlanda, Islanda, Francia, Finlandia e Svizzera, che rappresentano più di 30 chiese, si sono succedute presso la popolazione civile per una durata di tre mesi. La Svizzera ne ha delegati più di 90 finora (2012).

EAPPI in Svizzera

Il progetto Peace Watch Palestina/Israele rappresenta la partecipazione svizzera al Programma ecumenico di accompagnamento in Palestina ed Israel (EAPPI) iniziato a fine 2001 dal Consiglio ecumenico delle Chiese (CEC).

Dal mese di marzo 2003, degli osservatori/-trici dei diritti umani venuti dalla Svizzera partecipano benevolmente al programma EAPPI. Sul posto, si uniscono volontari provenienti da undici paesi diversi.

Le missioni effettuate nell’ambito di questo programma durano almeno tre mesi e sono precedute da una formazione obbligatoria di due weekends.

L’organizzazione mandante per il progetto in Palestina/Israel è l’EPER www.eper.ch sotto il patrocinio della Federazione delle Chiese protestanti della Svizzera FEOS www.sek-feps.ch. Peace Watch Switzerland è responsabile del lavoro operazionale in Svizzera.

Il progetto PWS Palestina/Israel beneficia anche del sostegno di altre enti di beneficenza come Mission 21, il Movimento Cristiano per la Pace (MCP) e HorYzon (cooperazione internazionale delle Unioni Cristiane Svizzere).